Progressi scientifici e sostegno economico: la ricerca avanza.

In occasione della XXVII Giornata Mondiale dell’Alzheimer, Airalzh presenta i nuovi progetti dei suoi giovani ricercatori, sostenuti dall’Associazione in partnership con Coop. Tra questi spicca un’indagine “innescata” da un recente studio svolto da ricercatori italiani e pubblicato su Sleep Medicine Reviews: i disturbi del sonno e la loro incidenza sullo sviluppo delle demenze, con un’attenzione particolare al genere femminile, il più colpito. Lo studio dimostra come le apnee ostruttive nel sonno possano contribuire al declino cognitivo nelle demenze e in particolare all’Alzheimer, agendo anche su diversi biomarcatori fin dalle fasi precliniche della malattia.

Per approfondire queste connessioni, una giovane ricercatrice Airalzh, la Dott.ssa Ilde Pieroni, sta sviluppando un progetto presso la Casa di Cura Villa Serena di Città Sant’Angelo (Pescara) nel Centro Sonno diretto dalla Dott.ssa Biancamaria Guarnieri: il cuore del progetto è lo studio dei vari disturbi del sonno in relazione alle diverse forme di demenza e l’indagine delle differenze tra uomo e donna. Il progetto, sostenuto da Airalzh e Coop, utilizza la video-polisonnografia per analizzare il sonno e comprenderne a pieno il ruolo nella diagnosi differenziale tra i vari tipi di demenza, soprattutto tra la malattia di Alzheimer e la demenza a corpi di Lewy. Un altro obiettivo è studiare la prevalenza, gli aspetti comportamentali e il contenuto onirico del Disturbo Comportamentale in sonno REM nei pazienti studiati, ponendo particolare attenzione alle differenze di sesso e genere.

Inoltre, sempre in occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, si sviluppano anche le attività a sostegno della ricerca: con l’iniziativa Non ti scordar di te, dal 17 al 30 settembre nei punti vendita Coop di tutta Italia verranno messe in vendita le piantine di Erica Calluna, al fine di sensibilizzare i consumatori e raccogliere fondi. Per ogni piantina venduta verrà donato 1 € alla ricerca.